Roma 15 Maggio 1962 IN SERIE


Dalla mia finestra oggi vedo passare un netturbino. Sembra felice. Non sa che lo sto spiando. Non si immagina che sar√† per sempre impresso su questa pellicola, per  essere riprodotto in serie, quante volte voglio e come voglio. Lui e la sua maschera da netturbino. Maschere, maschere, maschere per sottolineare la tragicomicit√† della vita, al di fuori del tempo e dello spazio.